Il reflusso gastrico è un disturbo molto comune che colpisce trasversalmente ampie fasce di popolazione e, se frequente, può trasformarsi in una condizione estremamente fastidiosa da vivere.

La buona notizia è che, a prescindere, da farmaci specifici esistono diversi rimedi naturali e buone abitutidini che possono prevenire gli episodi di  reflusso gastrico o, comunque, limitarli.

Scoprite, allora, tutto sul reflusso gastrico e come combatterlo con vari rimedi fitoterapici.

COS È IL REFLUSSO GASTRICO

Il reflusso gastrico è un malessere che si manifesta a causa della risalita del contenuto dello stomaco verso l’esofago comportandone l’ irritazione delle mucose con infiammazione, bruciore alla bocca dello stomaco, acidità e, addirittura, rigurgiti.

In genere, questo fastidio è un malessere temporaneo e viene chiamato anche gastrite ma se, prolungato e frequente nel tempo, può trasformarsi in una vera e propria malattia in quanto può causare la lesione della parete dell’esofago.

I RIMEDI NATURALI CONTRO IL REFLUSSO GASTRICO

Tra i principali rimedi naturali o fitoterapici che si dimostrano efficaci nel lenire e prevenire il reflusso gastrico vi sono:

  • tisane a base di malva, altea e piantaggine, piante dall’effetto lenitivo e antinfiammatorio della mucosa del tratto gastroesofageo e dello stomaco.
  • tintura madre di cardo mariano, tarassaco e carciofo da assumere dopo i pasti e in poca acqua, un rimedio efficace per prevenire, soprattutto, la fastidiosa tosse notturna causata dal reflusso
  • capsule di boswelia, una pianta eccellente contro le infiammazioni di qualsiasi origine ed efficace anche nel favorire la rigenerazione cellulare della mucosa gastrica
  • capsule di liquirizia, un antinfiammatorio indicato per la mucosa dello stomaco e dell’esofago che però non deve essere usato in caso di ipertensione, in quanto tende a far alzare la pressione sanguinea.

LA PREVENZIONE DEL REFLUSSO GASTRICO

Se si è predisposti al reflusso gastrico la prevenzione è molto importante e prevede la messa in atto di poche e semplici buone abitudini come:

  • effettuare pasti equilibrati, ingerire troppo cibo lasciandosi trasportare dalla golosità è sicuramente un atteggiamento da evitare
  • masticare lentamente ogni singolo boccone
  • non fare sforzi fisici rilevanti a stomaco pieno
  • non mettersi a dormire o sdrairsi sul divano subito dopo mangiato ma stare seduti, almeno, un quarto d’ora.